WALL ST. APRE INCERTA, OCCHI PUNTATI SULL’ECONOMIA

27 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Apertura contrastata per i mercati americani.

Sugli scambi pesano ancora le incertezze sulle reali condizioni dell’economia americana e sul futuro degli utili aziendali dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre scorso.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

Gli analisti sottolineano come i volumi di scambio a Wall Street siano bassi – e continueranno a esserlo per tutta la giornata – a causa dell’assenza dai mercati di molti operatori di religione ebraica per la festa del Yom Kippur.

Grande e’ l’attesa per il dato di venerdi’ relativo all’ultima revisione del prodotto interno lordo USA per il secondo trimestre. Per ora la maggioranza degli economisti sembra attendersi una revisione a +0,1%, contro il +0,2% comunicato in precedenza.

Ma a Wall Street c’e’ chi si aspetta anche una revisione della crescita a ‘zero’ o addirittura in negativo.

Finora i dati economici appaiono essere piu’ o meno in linea con le attese del mercato.

Il dato relativo ai sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 22 settembre – quella cioe’ che ha seguito gli attentati – sono saliti di 58.000 unita’ a quota 450.000, contro un rialzo di 63.000 atteso dagli analisti intervistati dall’agenzia di stampa Dow Jones.

Gli investitori stanno anche analizzando il rapporto sugli ordini di beni durevoli, relativo pero’ al mese di agosto. L’indicatore ha registrato un calo dello 0,3%, in linea con quanto atteso dagli analisti.