WALL ST APRE IN RIALZO SPINTA DAI DATI ECONOMICI

30 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street apre la seduta in forte rialzo grazie alla spinta propulsiva giunta dai dati macroeconomici diffusi nella prima mattinata.

Il reddito personale nel mese di marzo e’ infatti cresciuto dello 0,5% mentre quello relativo alle spese personali ha registrato un incremento dello 0,3%.

Entrambi i dati sono in linea con quanto atteso dai principali analisti di Wall Street.

” I redditi stanno ancora crescendo, mentre gli stipendi non mostrano segni di inflazione, cosicche’ i consumatori hanno ancora voglia di spendere” ha detto Lynn Reaser, chief economist di Banc of America Capital Management Inc.

I primi a beneficiare di questa tendenza, i titoli tecnologici, tanto che in fase di preborsa dei mercati il future sul Nasdaq ha raggiunto la soglia del “limit up”, una limitazione della contrattazione del contratto a termine per evitarne un eccessivo rialzo.

“Un’economia che cresce e’ una buona notizia per i titoli tecnologici. Essi, infatti, se da una parte sono i primi a soffrire un rallentamento dell’economia, dall’altra parte sono anche i primi a beneficiarne dalla una ripresa”, ha affermato Nathalie Pelras, fund manager di Richelieu Finance.

Tra breve, alle 16.00 (le 10.00 ora di New York), verra’ diffuso il “Chicago Pmi”, il dato relativo agli ordini d’acquisto da parte dei manager della zona di Chicago.

Malgrado sia circoscritto a un’area limitata degli Stati Uniti, il dato riveste una certa importanza in quanto potrebbe dare un’idea di massima di quello che sara’ domani il Napm, ossia il dato relativo agli ordini di acquisto esteso pero’ a tutti gli Stati Uniti.