WALL ST: A NEW YORK SPUNTANO I COMPRATORI

19 Aprile 2005, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta positivo per i mercati americani, che dopo le prove deludenti delle ultime giornate, riprendono con una certa convinzione la via dei rialzi.

Le buone notizie sugli utili societari, che di recente avevano sollevato non poche preoccupazioni sullo stato dell’economia Usa, sono l’elemento principale alla base del rialzo odierno. A quasi mezz’ora dall’apertura il Dow Jones guadagna lo 0.48% a 10119, l’S&P500 lo 0.49% a 1151 e il Nasdaq lo 0.77% a 1927.

Gli acquisti sui mercati americani sono diffusi un po’ su tutti i settori, come conseguenza delle cifre di bilancio incoraggianti diffuse dalle numerose aziende Usa che oggi hanno pubblicato gli utili.

Il colosso finanziario Merrill Lynch nel primo trimestre ha riportato un profitto di $1.21 per azione, ben al di sopra degli $1.18 attesi dagli analisti. L’azienda ha inoltre alzato i dividendi trimestrali da $0.16 a $0.20 e ha annunciato un piano di buyback da $4 miliardi.

Migliori delle attese, inoltre, gli utili di Pfizer, Johnson & Johnson, Coca-Cola e Texas Instruments. General Motors ha chiuso il trimestre con una perdita minore di quella pronosticata.

Questa sera, dopo la chiudura delle contrattazioni, molto attesi sono i bilanci di Yahoo e, soprattutto, Intel.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Non hanno suscitato reazioni di rilievo gli ultimi dati dal fronte economico. Nel mese di marzo l’indice dei prezzi alla produzione e’ salito dello 0.7%, in misura maggiore rispetto alle previsioni (+0.6%). Il dato “core”, depurato delle componenti alimentari ed energetiche, e’ pero’ salito solo dello 0.1%, meno delle stime (+0.2%).

Cattive notizie dal settore immobiliare. Nel mese di marzo i nuovi cantieri edili sono scesi del 17.6% a 1.837 milioni di unita’. Le stime degli analisti erano per un lieve calo a 2.09 milioni. Le licenze di costruzione sono scese del 4% a quota 2.023 milioni.

Sugli altri mercati sono in ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.27% contro il 4.25% della chiusura di lunedi’. L’oro guadagna $0.40 a $429.4 all’oncia, il petrolio e’ in progresso di 78 centesimi a $51.15 al barile e l’euro viene scambiato a 1.2992 contro il dollaro.