WAL-MART, LA RECESSIONE E I NEO-POVERI AMERICANI

9 Novembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

In un articolo del New York Times, c’e’ questa allarmante frase, attribuita a Stephen Quinn, executive vice president e chief marketing officer di Wal-Mart Stores, la catena americana di grandi magazzini piu’ vasta degli Stati Uniti e del mondo: “Ci sono famiglie che non mangiano, alla fine del mese e letteralmente fanno la fila a mezzanotte” ai negozi Wal-Mart aspettando di comprare un po’ di cibo nel momento in cui gli assegni o i sussidi di disoccupazione del governo vengono versati nei loro conti bancari.

Cio’ dimostra, se ce ne fosse bisogno, che le statistiche basate sul Pil Usa (terzo trimestre ’09 +3.5%), sugli enormi profitti messi a segno dalle banche (Goldman Sachs utili di $3 miliardi nel terzo trimestre 2009) e sul fortissmo rialzo a Wall Street (+60% da marzo) falsano drammaticamente la situazione di enorme disagio sociale che sta vivendo la clasee media in America in questi mesi a causa della crisi.

Chiunque abbia un minimo di sofisticazione finanziaria e reddito e aspiri a migliorare ambedue, e’ obbligato a investire in borsa. Impossibile starne fuori, qualsiasi siano le condizioni del mercato. Puoi guadagnare con titoli aggressivi in fase di continuazione del rialzo e difensivi in caso di calo degli indici. Basta accedere alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo ora: costa meno di un pasto da McDonald’s, solo 0.77 euro al giorno provalo ora!

Da notare che Wal-Mart sta facendo marketing e comprando spazi pubblicitari in TV per attrarre proprio quella parte della popolazione Usa in difficolta’ economiche, pubblicizzando pasti a “meno di $2”. In Italia e in Europa cio’ pare incredibile, ma la situazione statunitense in alcune aree geografiche e’ simile al Terzo Mondo, come e’ confermato da una battente campagna pubblicitaria di McDonald’s che si vede in TV in questi giorni, in cui la catena di fast food invita i clienti ad approfittare dei suoi “Value Meals” da 1 dollaro.

Wal-Mart Stores, Inc. (NYSE: WMT), o “Walmart” – stando al website della societa’ – serve i propri clienti 200 milioni di volte alla settimana in piu’ di 8.000 negozi sotto 53 diversi marchi in 15 paesi oltre agli Stati Uniti. Con un fatturato nell’anno fiscale 2009 di $401 miliardi, Walmart da’ lavoro a piu’ di 2.1 milioni di persone nel mondo ed e’ la piu’ grande azienda a livello planetario e una delle piu’ redditizie in assoluto in termini di utili.