Vivere con due euro al giorno: questa coppia ci riesce. Ecco come

25 Agosto 2017, di Livia Liberatore

Silvia Savoldi e Roberto Belli vivono a Borgo San Pietro Asola, nel mantovano, e sopravvivono con due euro al giorno. Che in tutto fa sessanta euro al mese. “Come è possibile?”Ci si domanda quando si guarda il proprio portafogli sempre in difficoltà. La storia della coppia low cost va approfondita meglio. Roberto fa l’operaio, lavora quando c’è richiesta. Silvia è non udente, fa la casalinga e vive con la pensione di invalidità di 520 euro al mese.

La ricetta della coppia prevede innanzitutto un orientamento all’autoproduzione e al risparmio energetico. I due evitano pranzi e cene al ristorante e coltivano un orto e un frutteto. Sono vegetariani e non hanno bisogno di comprare la carne. Producono il sapone in casa e non hanno la televisione (ma Internet sì). Silvia e Roberto ottengono l’energia necessaria per far funzionare tutti gli elettrodomestici grazie ai pannelli solari installati sul tetto.

Da precisare, certo, che la casa della coppia è di proprietà e il mutuo e le altre spese come quelle per l’installazione dei pannelli solari sono pagate dalle famiglie di provenienza. Silvia Savoldi ha raccontato la loro storia di vita nel libro “Io faccio così. Manuale di autoproduzione alla portata di tutti” e diffonde le sue ricette di cucina con pochi soldi sul suo blog “Il cucchiaio fatato”.

La loro vicenda ha creato un caso dopo un’intervista del Corriere della Sera pubblicata il 20 agosto. In molti hanno sottolineato come non si possa vivere con due euro al giorno senza una casa di proprietà e qualche aiuto. Le storie di persone che riescono a sopravvivere con pochi euro al mese e con uno stile di vita rispettoso dell’ambiente sono molte. Fra queste, quella di una coppia polacca che da circa sette anni ha iniziato un giro del mondo in van, spendendo sette euro al giorno.