VISCO, CORRIERE: UNA VITTORIA EFFIMERA

7 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 7 giu – Il Corriere della Sera affida il commento sulla giornata di ieri al Senato dedicata al caso Visco, che ha visto comunque ribadita la tenuta del governo, a un editoriale di Pierluigi Battista dal titolo “Una vittoria effimera”. Si nota che la maggioranza “non esce indenne da una vicenda condotta in modo contraddittorio, confuso, impacciato. Evita con i numeri del Senato guai peggiori neutralizzando defezioni e malumori che pure serpeggiavano nella coalizione. Ma lascia dietro di sé un clima intossicato, un terreno costellato di trappole e virtuosismi nell’arte del doppiogioco, imbarazzi, silenzi, lealtà strappate obtorto collo e ottenute solo per scongiurare la fine traumatica della maggioranza. Il governo non cade, ma appare debole e sfibrato”. Battista sottolinea che “stavolta le divisioni della maggioranza di governo rivelano nicchie di dissenso e di disimpegno malmostoso che attraversano tutte le forze politiche, anche con propaggini all’interno dei singoli partiti. Primo fra tutti quello che ancora formalmente non esiste ma costituisce ormai l’orizzonte politico e organizzativo irrinunciabile della parte maggioritaria della coalizione: il Partito democratico. Le forze che compongono la maggioranza saranno costrette a comprendere le ragioni di tanto malessere paralizzante, il perdurare di un umore diffuso nel governo che non rappresenta il migliore dei viatici per chi ogni giorno si mostra determinato a intraprendere un cammino di altri quattro anni”.