Visa e MasterCard prime possibili vittime di riforma finanziaria Usa

14 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Pioggia di vendite sui titoli di MasterCard e Visa, due dei maggiori gestori di carte di credito nel mondo. Le due società, che stanno cedendo al Nyse rispettivamente il 7,80% e il 9%, vengono massimamente penalizzate dal voto del Senato a favore di una misura che permetterà alla Federal Reserve di regolamentare le commissioni sulle transazioni di carte di credito e bancomat. Questo potrebbe portare ad una limitazione delle commissioni e quindi penalizzare gli utili delle compagnie che gestiscono le carte.