VIRUS ILOVEYOU, CONTAMINAZIONE GLOBALE

5 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Un nuovo virus da computer, piu’ malefico del famoso Melissa, si sta diffondendo in tutto il mondo, contaminando milioni di PC.

”ILOVEYOU” – questo il nome che si legge ricevendo una e-mail in forma di attachment – ha gia’ provocato danni per miliardi di dollari, secondo le prime stime, nei soli Stati Uniti.

In America il virus ha messo a soqquadro aziende industriali come la Ford (che ha dovuto chiudere il sistema di e-mail per 125.000 dipendenti) e la At&t; banche d’affari come la Merrill Lynch e la Bear Sterns, senza contare la pubblica amministrazione Usa, dove il programma si e’ propagato in centri di potere come la Federal Reserve, il Dipartimento di Giustizia, e perfino la Cia.

In Gran Bretagna e’ stata colpita la Camera dei Comuni.

L’Fbi ha aperto un’indagine a vasto raggio per individuare gli hackers colpevoli di aver lanciato il virus. Sono colpiti soltanto i sistemi operativi che utilizzano il software Outlook della Microsoft.

L’ e-mail e’ stata originata nelle Filippine. Arriva sotto forma di lettera con l’intitolazione ”I Love You” e un attachment che, se aperto, distrugge i files e si riproduce spedendosi poi automaticamente a tutti gli indirizzi contenuti nell’agenda del computer.

La e-mail, oltre al titolo, e’ definita ”vbs.loveletter.a”, e si espande attraverso Microsoft Windows attaccando subito tutti i files JPG, JPEG, MP2, MP3 (i formati piu’ popolari per immagini e suono) replicandosi poi automaticamente in decine di altri messaggi.

”E’ il virus piu’ virulento, dannoso, costoso e piu’ veloce a propagarsi che abbiamo mai visto nella storia del computer”, ha detto uno degli esperti di sicurezza informatica interpellati a caldo.

”ILOVEYOU” attacca i file musicali registrati da internet, le foto, puo’ dipanarsi attraverso le chat room e soprattutto puo’ creare una porta di accesso da cui gli hackers hanno facolta’ di penetrare e sfasciare completamente un computer.

Il virus attacca il popolare programma di chat room mIRC, e si propaga immediatamente a tutti quelli che partecipano alla chat.

Quel che e’ peggio, il batterio elettronico sfonda anche i firewalls aziendali, perche’ la maggior parte non sono configurati per respingere gli attachments con l’extension .txt.vbs, un file abbastanza inconsueto.

Chiunque utilizzi un sistema operativo Windows 98,
Windows NT 4.0, o Windows 95 e Internet Explorer 5.0 e’ altamente a rischio, visto che il virus usa Microsoft Outlook per auto-diffondersi. Gli utenti di Macintosh e Linux invece sono al sicuro.

A Wall Street le azioni di societa’ che producono software antivirus hanno tratto grande beneficio da questa epidemia informatica mondiale.

Trend Micro e’ salita di 3 e 1/16, cioe’ il 22%,
a 16 e 15/16. McAfee.com ha messo a segno un guadagno di 5 e 3/4 (+26%) a 28.

Symantec e’ salita di 2 e 9/16 (+4,4%) a 61 e 1/16, e Network Associates ha guadagnato 1 e 5/16 (+5,5%) a 25 e 3/8.