VIRGILIO CONTRO BUONGIORNO

18 Novembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

Se c’e’ una cosa che giustifica la spesa per l’acquisto di un abbonamento Premium di Virgilio-Tin.it questa è la casella e-mail (o le caselle) dotate di un prezioso ed aggiornato antivirus centralizzato e di un potente antispamming; questo devia tutta la posta a carattere pubblicitario, sempre indesiderata e spesso mai richiesta e illegale, in una apposita casella Spam, come prevedono anche tutti gli altri maggiori Internet Provider a pagamento. Questo tipo di e-mail Tin.it è anche compresa nell’abbonamento alle varie offerte di Alice, l’Adsl di Telecom Italia.

Da più di una settimana l’Antispamming di Virgilio-Tin.it non si limita, meritoriamente, a deviare nell’apposita casella tutta la posta-spazzatura proveniente da Oltreoceano per offrirci Viagra ed altre fesserie, oppure, le procaci offerte di qualche gruppo di indecorose giovincelle/i ma anche tutte le newsletter di Buongiorno.

Buongiorno è il leader europeo della pubblicità via e-mail e via Sms, che si serve come veicolo di newsletter che spaziano nei più svariati argomenti, dall’attualità al sesso, passando per cucina, high-tech e filosofia, a cui chi è interessato può abbonarsi gratuitamente, ricevendole con periodicità quotidiana o periodica. La pubblicità fa parte, come uno spot, della newsletter ma qualche volta si ricevono newsletter interamente pubblicitarie (che negli ultimi tempi si erano intensificate).

Il navigatore, in questo caso, sceglie di accettare pubblicità nella newsletter e fuori, in cambio dei contenuti delle newsletter, a volte anche di qualità, prodotte da vari partners editoriali, oltre che dalla stessa redazione di Buongiorno, che recentemente si è fusa con Vitaminic (azienda specializzata nella distribuzione di musica in formato digitale).

Fino a pochi giorni fa l’Antispamming di Virgilio-Tin.it non deviava queste newsletter che finivano, regolarmente, nella casella di Posta in arrivo,ora, invece, è vero che non vengono eliminate ma finiscono nel calderone dello Spam, insieme a tante altre inutili e mai richieste e, difficilmente, il navigatore se le andrà a cercare.

Perché questa scelta da parte di Virgilio-Tin.it, azienda del Gruppo Telecom Italia e maggiore Internet Provider italiano? Perché da qualche tempo Virgilio-Tin.it ha scelto di fare il mestiere di Buongiorno: specializzarsi maggiormente nella produzione e distribuzione di contenuti legati a sponsor pubblicitari e nell’essere un canale di shopping on line.

Niente di male, ma rischia di scoppiare un conflitto di interessi tra l’Internet Provider (che deve permettere l’accesso alla Rete, anche a pagamento ma senza discriminazioni o privilegi), il fornitore di contenuti e il venditore di spazi pubblicitari, come sembrerebbe in questo caso.

© ZEUS News per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved ZEUS News

__________________________________________

Che tu sia d’accordo o no, ti preghiamo di farci conoscere la tua opinione. I commenti migliori, redatti in forma di articolo, saranno selezionati e pubblicati su Wall Street Italia. Per scriverci utilizza il link Scrivi a WSI

__________________________________________

Per continuare a dibattere in diretta online questo tema iscriviti al Forum di Wall Street Italia. Se non sei gia’ registrato, utilizza il link FORUM