Virdia annuncia di aver raccolto 100 milioni di dollari in finanziamenti pubblici e privati per

6 Marzo 2012, di Redazione Wall Street Italia

Virdia, ex HCL CleanTech, una prestigiosa società impegnata nello sviluppo di zuccheri cellulosici, ha annunciato in data odierna il raggiungimento di diverse importanti pietre miliari, tra cui un nuovo marchio e la nomina di un nuovo direttore generale, il suo ultimo round di finanziamento e un accordo da 75 milioni di dollari con l’Ente per lo Sviluppo del Mississippi per la costruzione di stabilimenti di produzione nello Stato. Wood to sugar hydrolysis units in Virdia’s pilot plant in Danville, VA. (Photo: Business Wire) Fondata nel 2007 con la denominazione sociale di HCL CleanTech, Virdia ha sviluppato il processo CASE™, che converte la biomassa cellulosica in lignina e zuccheri fermentabili d’alta qualità ed è basato su una serie di tecnologie brevettate o in attesa di brevetto. Gli zuccheri cellulosici e la lignina sono materie prime importanti per il settore dei prodotti chimici ottenuti da fonti rinnovabili e per il settore dei biocombustibili di seconda generazione. La società intende aprire le proprie raffinerie in prossimità di fonti di biomassa sostenibili. Il nuovo Direttore generale Philippe Lavielle è un veterano del settore biotecnologico industriale. Lavielle sostituisce il cofondatore della società Eran Baniel, il quale ha assunto la carica di Vicepresidente dello Sviluppo Commerciale. Prima di entrare a far parte di Virdia, Lavielle era un membro dell’èquipe dirigenziale di Genencor, una società da 1 miliardo di dollari leader nel settore degli enzimi industriali acquisita di recente da DuPont, ove era responsabile dello sviluppo delle attività globali nei rami dell’energia rinnovabile e dei prodotti biochimici. “Si tratta di un periodo entusiasmante e cruciale per Virdia, e sono lieto di mettere a frutto la mia esperienza dirigendo la società nella sua prossima fase di commercializzazione,” ha dichiarato Lavielle. “I finanziamenti che siamo riusciti ad ottenere e nostri progetti per l’intensificazione della produzione ci consentiranno di concretizzare ben presto la nostra missione su grande scala. Virdia gode delle premesse necessarie per conquistare una posizione di testa nella corsa per rendere gli zuccheri cellulosici una realtà, un passo indispensabile per il successo della bioeconomia.” Per finanziare le sue attività pionieristiche e i suoi progetti ingegneristici, Virdia ha chiuso recentemente il suo ultimo round di finanziamento, raccogliendo più di 20 milioni di dollari da membri affiliati, Khosla Ventures, Burrill & Company e Tamar Ventures. La società ha inoltre raccolto 10 milioni di dollari nell’ambito di un accordo di finanziamento con capitale di rischio con Triple Point Capital. “Il processo messo a punto da Virdia per la conversione di biomassa in zuccheri fermentabili, una volta implementato su grande scala, diverrà molto allettante sotto il profilo economico. Gli zuccheri di Virdia sono stati testati da vari partner in decine di applicazioni chimiche e biochimiche e il feedback è estremamente positivo” ha dichiarato Greg Young, amministratore delegato presso Burrill & Company. “Gli zuccheri cellulosici rappresentano realmente la via verso i prodotti biochimici e i biocombustibili avanzati, e Virdia sta spianando la strada.” “La tecnologia e la piattaforma di produzione di Virdia possono potenzialmente abilitare l’intera catena di approvvigionamento dei prodotti chimici e dei biocombustibili avanzati. Ciò creerà migliaia di nuovi posti di lavoro locali e sostenibili nel settore industriale, garantiti dalle risorse di biomassa ineguagliabili del Paese” ha spiegato Vinod Khosla, socio fondatore di Khosla Ventures. La società ha inoltre annunciato di aver sottoscritto di recente un memorandum di intesa con l’Ente per lo Sviluppo del Mississippi per la costruzione di stabilimenti di produzione nello Stato ricco di biomassa. Detto accordo include un pacchetto di incentivi con 75 milioni di dollari in prestiti a tasso d’interesse ridotto e fino a 155 milioni di dollari in vari incentivi fiscali in un periodo di 10 anni. Si prevede che gli stabilimenti di produzione di zuccheri cellulosici di Virdia creeranno centinaia di nuovi posti di lavoro nell’arco dei dieci anni. “Ci compiacciamo del fatto che Virdia intende aprire degli stabilimenti di produzione nel Mississippi e sfruttare le generose risorse di biomassa del nostro Stato per creare prodotti rinnovabili” ha affermato il Governatore Phil Bryant. “Questa società innovativa si è impegnata a creare centinaia di nuovi posti di lavoro ben retribuiti per la popolazione del Mississippi ed eserciterà un impatto positivo sulle comunità in tutto lo Stato.” I prodotti di Virdia sono competitivi in termini di costi e stanno stabilendo nuovi standard per l’uso industriale degli zuccheri cellulosici e della lignina. Le applicazioni spaziano dai combustibili rinnovabili ai combustibili intermedi, compresi diesel, combustibile aeronautico, etanolo e butanolo; prodotti chimici ottenuti da fonti rinnovabili e materiali come biotensioattivi, lubrificanti, plastiche e gomma sintetica; e additivi alimentari come il lievito di birra e gli aminoacidi per il settore dei mangimi. Il processo CASE™ di Virdia consente inoltre di produrre lignina d’alta qualità in forma solubile e secca, che ha dimostrato di essere una materia prima preziosa per le plastiche di origine vegetale e altri processi di trasformazione termochimici. “In considerazione del fatto che il soddisfacimento dei soli ordini di biocombustibile a livello globale richiederà almeno 272.880.000 metri cubi entro il 2021, sprigionare il potenziale della biomassa lignocellulosica rivestirà un’importanza vitale per lo sviluppo della bioeconomia nel corso del prossimo decennio” ha spiegato Mackinnon Lawrence, analista senior presso Pike Research. “A breve termine, la produzione commerciale della prossima generazione di prodotti biologici in vari settori – compresi i settori energetico, alimentare, biochimico e della plastica – dipenderà dalla presenza di una società che si affermi come leader nel settore. In questo momento in cui si attribuisce sempre più importanza alla sostenibilità, le società con soluzioni robuste che sono in grado di produrre carboidrati alternativi a basso costo derivati da biomassa non alimentare sono destinate a conquistare una quota di mercato significativa.” Informazioni su Virdia Virdia è un’importante società impegnata nello sviluppo di zuccheri cellulosici e lignina destinati ai settori dell’energia chimica, della bioenergia e alimentare. Il processo brevettato CASE™ della società consente di convertire un’ampia gamma di materie prime cellulosiche, compresi legno, colture energetiche e residui agricoli, in lignina e zuccheri altamente raffinati. Il processo a bassa temperatura genera le rese più elevate di zucchero da biomassa e ha un’impronta ecologica molto leggera grazie al riciclaggio pressoché completo degli acidi e dei solventi usati nella produzione. La società è gestita da un’èquipe dirigenziale altamente competente con decenni di esperienza nei settori della trasformazione del frumento, chimico e biochimico. Per ulteriori informazioni visitare www.virdia.com. Galleria Fotografica/Multimediale Disponibile: http://www.businesswire.com/cgi-bin/mmg.cgi?eid=50190538&lang=it Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Schwartz MSLGina Manassero, [email protected] KinardVicepresidente, Sviluppo Aziendale, eConsigliere [email protected] BanielVicepresidente, Sviluppo Commerciale+972 [email protected]