Videogiochi: duo italiano vince premio Bosch Art Game

18 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Quando l’arte olandese incontra il videogioco italiano: il duo milanese We Are Müesli ha vinto la competition internazionale Bosch Art Game, mirata alla produzione di un gioco artistico ispirato alle opere del pittore fiammingo del ’500 Jheronimus Bosch.

Il rapporto tra arte e videogiochi è questione della quale si parla e si scrive sempre più spesso. Solo per citare un esempio, ha destato interesse globale nei mesi scorsi la decisione del MoMA di New York, forse il più prestigioso museo di arte moderna al mondo, di aprire una sezione permanente dedicata proprio a 14 video games – da Pac-Man del 1980 a Canabalt del 2009 – di particolare rilevanza per la storia del design applicato.

Un’ulteriore piccola grande conferma di questo rapporto è arrivata nei giorni scorsi con la vittoria da parte di un team italiano, We Are Müesli, della competition internazionale Bosch Art Game, organizzata dalla fondazione olandese JB500 che si occupa della promozione e diffusione dell’arte del celebre e fantasioso pittore del ’500 Jheronimus Bosch.

We Are Müesli (ovvero la visual designer Claudia Molinari e il creative writer Matteo Pozzi) sono stati premiati lo scorso 11 ottobre allo Stedelijk Museum di ‘s-Hertogenbosch, paese natale del Maestro, da una giuria internazionale che ha preferito il loro prototipo di una visual novel interattiva (“Cave! Cave! Deus Videt”) ad altri 5 progetti finalisti provenienti da Olanda, Spagna, Stati Uniti e Italia (tra i finalisti anche lo studio di game development genovese Urustar). Il gioco, ispirato al “Trittico delle Tentazioni di Sant’Antonio”, sarà ora ulteriormente finanziato e sviluppato in vista delle celebrazioni in programma per il cinquecentenario della morte di Jheronimus Bosch nel 2016.

Il prototipo di We Are Müesli, scaricabile gratuitamente dal sito http://cargocollective.com/wearemuesli , sarà presentato anche in Italia in occasione dell’Italian Game Developers Summit di Milano il prossimo 25 ottobre, e sarà “in mostra” insieme a tutti i progetti dell’iniziativa Bosch Art Game anche ai festival Playing The Game di Milano (26-27 ottobre) e Piemonte Share di Torino (30 ottobre – 9 novembre): occasioni di incontro per i sempre più numerosi e virtuosi designer, artisti e startupper italiani che lavorano alle frontiere culturali del game design.

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Assodigitale – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Assodigitale. All rights reserved