Viadeo raggiunge 30 milioni di utenti

11 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Viadeo, social network per i professionisti, ha annunciato oggi di aver raggiunto 30 milioni di utenti in tutto il mondo. Viadeo è attualmente presente in 22 Paesi dei cinque continenti e, con ben 322 diversi settori, è così il business social network che consente di raggiungere il maggior numero di tipologie professionali. Dan Serfaty, CEO di Viadeo, ha dichiarato: “Questo è un traguardo di cui siamo molto fieri. Fin dal suo lancio, Viadeo ha perseguito una strategia multi-locale che si riflette anche nel grande successo ottenuto in Sud America, India e Cina”. “Gli utenti di Viadeo possono sfruttare una piattaforma che va oltre la semplice localizzazione. Viadeo è costantemente al lavoro per garantire la piattaforma di social networking più adatta ai professionisti, ad esempio rendendo disponibili i siti nelle lingue più parlate oppure cercando di capire i bisogni culturali e di business di ogni territorio”. Viadeo sta crescendo maggiormente nelle nazioni industriali a più alto tasso di sviluppo, come la Cina, dove oltre un milione di persone si sono iscritte negli ultimi sei mesi, e l’India (mezzo milione di iscritti da ottobre 2009). Anche in Sud America la presenza è in forte aumento, le iscrizioni sono state infatti due milioni in sei mesi. “Troppo spesso le aziende web che vantano una presenza globale offrono solamente un’unica soluzione che deve essere adatta a tutti, considerando le diverse esigenze come se fossero identiche ovunque”, ha continuato Dan Serfaty. “La nostra crescita e il successo in Cina mostrano esattamente che cosa serve per fare business nei territori che vengono solitamente visti come “difficili”. È necessaria una profonda comprensione del mercato locale, che non significa esportare una particolare attitudine, esperienza o valore”, ha aggiunto il CEO di Viadeo. “Come network globale, crediamo che Viadeo stia aiutando a rendere il web davvero world wide”. Il CEO ha concluso: “In momenti economici difficili, i professionisti si avvantaggiano del network per aiutare le loro società a trovare nuovi business, sviluppare alleanze o collaborazioni globali o aiutare se stessi a trovare un nuovo impiego”.