VERSO LA FUSIONE TRA EXCHANGE TRADIZIONALI E ECN

15 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il Pacific Stock Exchange (PSE) intende fondersi con Archipelago, un sistema alternativo di contrattazioni, per creare la prima borsa elettronica nazionale su cui e’ possibile acquistare al contempo titoli quotati nelle borse principali e over-the-counter.

E’ la prima volta che uno stock exchange del livello del PSE elimina le operazioni di contrattazioni a grida, sul floor, per affidarsi completamente a quelle elettroniche. Il Chairman Phil De Feo ha infatti commentato che questo tipo di alleanza portera’ alla eliminazione dei floor di grida di San Francisco e di Los Angeles.

Archipelago e’ un electronic communications network, o ECN, cioe’ un network per le transazioni finanziarie in tempo reale che abbina automaticamente ordini piazzati da broker attraverso l’Internet.

Archipelago ha ottenuto recentemente oltre 200 milioni di fondi dalle piu’ rilevanti case di brokeraggio di Wall Street tra cui Merrill Lynch & Co. (MER), Goldman Sachs Group. (GS) e J.P. Morgan & Co. (JPM) e include tra gli investitori anche E*Trade Group inc. (EGRP), General Electric (GE) e la divisione Istinet Corp. di Reuters Group (RTRSY).

Gli ECN, insieme ad altri sistemi alternativi di contrattazione, hanno iniziato da qualche tempo la sfida contro i mercati dalla struttura piu’ tradizionale, quali Nasdaq e NYSE. Archipelago, il quarto network di contrattazioni negli Stati Uniti, ha chiesto l’autorizzazione per diventare un mercato a tutti gli effetti solo lo scorso anno .