VERSO IL MERCATO: CAMUZZI SBARCA IN BORSA

5 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il gruppo Camuzzi, primo operatore privato nella distribuzione di gas in Italia e Argentina, si appresta a sbarcare in Piazza Affari nei primi
mesi del 2001 e ha depositato la documentazione in Consob, Commissione di controllo per le società e la Borsa.

Non è ancora conosciuta la quota che verrà posta sul mercato. La società è controllata, attraverso Milll Hill, holding di diritto olandese, dalla famiglia Garilli che manterrà la maggioranza anche dopo l’Ipo.

L’operazione di collocamento avverrà con l’ausilio di Banca Imi, Caboto Sim e Schroder.

Il gruppo Camuzzi ha chiuso il terzo trimestre dell’anno con un fatturato pari a 2.022 miliardi di lire contro 2.446 dell’intero 1999, e un utile netto di 63 miliardi di lire, più che raddoppiato (30,1) rispetto a tutto il 1999.

Camuzzi intende conquistare un ruolo di rilievo anche nel settore dell’energia elettrica sul mercato italiano; attualmente sta conducendo
trattative con un partner europeo che possa essere interessato a investimenti in Italia attraverso la costruzione di centrali elettriche regionali nei bacini d’utenza di Camuzzi.