VENEZIA, SUMMIT EUROPEO CONTRO I FURTI DI RAME

15 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Venezia, 15 mag – Oggi, a Venezia, si svolge una riunione operativa tra le polizie ferroviarie di diversi Stati europei – Germania, Austria, Spagna, Gran Bretagna, Olanda, Belgio e Repubblica Slovacca -, organizzata dal Servizio Polizia Ferroviaria italiano. Lo scopo della riunione, senza precedenti nel settore, è quello di promuovere, a giugno, un “Police action day” contro i furti di rame, in cui tutti i Paesi che hanno aderito all’iniziativa, contemporaneamente, eseguiranno controlli capillari per recuperare il metallo sottratto. Durante i lavori verrà presentata una brochure che è stata realizzata a seguito del protocollo d’intesa siglato tra il Servizio Polizia Ferroviaria e l’Assofermet, una delle più grandi associazioni di categoria di commercianti in metalli. All’interno del volume, oltre alle linee guida comportamentali, vi sono le fotografie e le descrizioni nel dettaglio di tutti i tipi di cavo di rame utilizzati in via esclusiva dalle ferrovie italiane. I furti di rame in Italia sono raddoppiati nel 2006 e il fenomeno sta diventando sempre più preoccupante anche perché le quotazioni di questo metallo sono salite moltissimo. Oggi una tonnellata arriva a costare anche 8 mila euro.