VELTRONI INCASSA IL SI’ DI PANNELLA

5 Luglio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 5 lug – “Sì, è vero, sono stato il primo a dare un giudizio positivo su Veltroni ma quasi nessuno ne ha parlato”. Parte dalla candidatura del sindaco di Roma alla segreteria del Pd il colloquio di Pannella con il quotidiano Il Riformista. Sostiene lo storico leader dei radicali italiani: “Dieci minuti prima che Veltroni finisse di parlare al Lingotto di Torino, ho detto che il suo discorso era assolutamente non male. Il che non vuol dire “benissimo”. Le mie parole, però, volevano marcare un elemento di attenzione e non di critica”. Continua Pannella: “Veltroni ha parlato di patti generazionali e di un maggiore senso di responsabilità verso il futuro della società. Ossia di cose che i radicali, e non solo loro, penso a Mario Monti che scrisse un articolo bellissimo sul Corriere della sera prima che diventasse commissario europeo, oppure a Luigi Spaventa ieri su Repubblica, sostengono da anni contro la funzione conservatrice di una certa sinistra. Io mi sono sempre ispirato a Gaetano Salvemini che uscì dal Partito socialista perché denunciò il conservatorismo delle aristocrazie operaie molto legate all’industrialismo politico. Io mi auguro che con Veltroni venga fuori una sinistra liberale come quella di Blair e Zapatero per liberarsi dall’ipoteca sindacale”. Pannella invita però a tenere d’occhio il contesto: “C’è un problema di rapporto tra testi e contesti. Veltroni ha parlato tenendo presente appunto il contesto da cui si muoveva. Questo contesto è tale che in questi giorni ho sentito anche D’Alema esprimersi a favore di un’azione riformatrice sulle pensioni, nella direzione nostra e di Padoa-Schioppa, ma ricordo che fece la stessa cosa anche anni fa contro Cofferati, allora segretario della Cgil, salvo poi cedere alle pressioni del sindacato. Voglio dire che poi se non c’è corrispondenza tra parole e fatti allora si torna a quello che io chiamo il kamasutra delle posizioni politiche. Rimangono solo belle figurine”.