Vecchio Continente si indebolisce prima di Wall Street

1 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Continuano la seduta con una certa cautela le principali borse del Vecchio Continente, dopo il risveglio fiducioso di stamane quando l’obiettivo era quello mettere a segno un rimbalzo dopo le perdite delle ultime quattro sedute. Intanto ,segnali incoraggianti arrivano d’oltreocaeano dove i futures USA positivi lasciano intravedere un buon avvio della borsa di Wall Street. Dal fronte macro, salgono le vendite al dettaglio della Germania nel mese di agosto che hanno registrato una variazione positiva del 2,2% in termini reali rispetto allo scorso anno e del +3,3% in termini nominali. Buone notizie sul mercato ccupazionale che in Italia ha visto scendere, a sorpresa, il tasso di disoccupazione che si colloca sui minimi dal settembre 2009. Rimane stabile, invece il tasso di disoccupazione di Eurolandia. Sul mercato valutario, l’euro supera il biglietto verde sfondando la soglia degli 1,37 dollari. Gli investitori, oggi, si danno agli acquisti della moneta di Eurolandia dopo che ieri le rinnovate preoccupazioni per il debito in Europa e i buoni dati macro americani avevano penalizzato la moneta unica. Bruxelles continua lima dello 0,09%, Zurigo avanza dello 0,18% Parigi scende dello 0,19% Amsterdam continua con +0,06%. Francoforte sale 0,20%. Bene Londra +0,35% e Madrid scivola dello 0,63%.