Varoufakis: idea moneta parallela

2 Luglio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Per far uscire la Grecia dalla crisi di liquidità e di fiducia in cui è piombata dopo anni di debito crescente nonostante l’austerity ed economia impallata, il ministro dell’economia Yanis Varoufakis ha un piano segreto che prevede l’introduzione di una moneta parallela.

L’economista, che non è nuovo a idee eterodosse ‘out of the box’, ha allo studio una conversione in dracme con un cambio uno a uno. Lo riporta l’inviato ad Atene del Corriere della Sera Federico Fubini.

A maggio il professore dell’Università del Texas aveva annunciato che non esisteva un piano ‘Mayer’ per l’introduzione di una seconda moneta parallela in Grecia, un po’ come avviene in Montenegro.

Lo stato dei Balcani, che sta per entrare a far parte della Nato, non è uno stato membro dell’Unione Europea, ma adotta anche l’euro in parallelo alla moneta locale.

In un post pubblicato prima di diventare ministro, un anno fa, Varoufakis caldeggiava l’idea di introdurre la Future Texas, una moneta complementare all’euro.

Con la moneta digitale, si potrebbe usufruire di un sistema di pagamento sviluppato grazie a un algoritmo simile a quello dei Bitcoin, la popolare moneta virtuale.

L’idea è di acquistare FT-coins da poter utilizzare per pagare imposte due anni dopo l’emissione procurando risorse finanziarie (in euro) immediate allo stato emittente.

Fonte: Il Corriere della Sera

(DaC)