Valute online: maggiore caso di riciclaggio della storia

29 Maggio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Riciclavano denaro sporco per a un traffico di materiale pedopornografico e di identita’ false, in un giro da 6 miliardi di dollari.

Quello che ha visto coinvolta la piattaforma di trading Liberty Reserve rappresenta il caso di riciclaggio maggiore della storia delle operazioni in Rete. A riferirne i dettagli sono stati i procuratori dello stato di New York.

Gli operatori di Liberty Reserve sono accusati di aver creato una rete di riciclaggio per criminali, trafficanti di identita’ false e materiale pedopornografico.

“La moneta del suo reame era l’anonomato”, ha raccontato a Manhattan il magistrato Preet Bharara riferendosi alla piattaforma di trading di valute internazionali.

Il mercato di scambio cosi’ strutturato oltrepassava i confini tradizionali degli Stati Uniti e delle norme di controllo delle attivita’ bancarie internazionali, in quello che gli inquirenti hanno definito “Un modo inesistente di cyber finanza che agiva nell’ombra”.

Nelle infrastrutture bancarie facilmente accessibili, passavano di mano monete virtuali e a tutti i clienti veniva garantito l’anonomiato.

Il caso e’ stato definito dalle autorita’ giudiziarie il maggiore caso di riciclaggio di denaro online della storia. In sette anni Liberty Reserve e’ responsabile per il riciclaggio di miliardi di dollari, di 55 milioni di transazioni che hanno visto protagonisti milioni di clienti nel mondo, di cui 200 mila nei soli Stati Uniti.