VALUTE: HANNO DECISO DI MOLLARE IL DOLLARO

23 Settembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

*Questo articolo e’ stato preparato da Giovanni Zibordi, trader e gestore del Forum di WSI Cobraf, ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori e clientela professionale ai sensi dell’allegato n.3 al
reg. n.16190 della Consob. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale
di WSI.

(WSI) – Leggo che alcuni che pensano che il dollaro vada comprato perchè tutti sono negativi ora ed è troppo ovvio che debba cedere per cui sul mercato le cose troppo ovvie non si verificano.

Il problema è che chi è veramente negativo sul dollaro ora sono le autorità americane e in quel caso non c’è niente da fare. Nelle pieghe della mega proposta di salvataggio di Paulson-Benanke c’è una piccola nota: le riserve americane in valuta del “Fondo di Stabilizzazione del Cambio”, Exchange Stabilisation Fund verrano usate per pagare un programma di assicurazione dei fondi monetari!

Hanno deciso di spendere le riserve in valuta che dagli anni ’30 gli USA tengono in questo “Fondo di Stabilizzazione del Cambio” per assicurare i fondi monetari (ultimamente, invece di restituirti sempre almeno il capitale, hanno mostrato perdite dovute al fatto che anche lì erano finiti bonds tipo quelli di Lehman).

Questa è la campana a morte per il dollaro, hanno deciso di abbandonarlo al suo destino, non si preoccupano nemmeno più di tenere riserve in valuta per difenderlo in caso di bisogno come fanno tutti i paesi.

Per il dollaro il problema è solo se la reazione sarà immediata e violenta o più dilazionata grazie agli sforzi delle banche centrali asiatiche e mediorientali che ne hanno in tasca un 3mila miliardi. Se arabi e cinesi cercano di frenarne la caduta può darsi che scenda a zig-zag, specialmente se in Europa si aprono falle che scoraggino un attimo dal buttarsi sull’euro. Ma è solo questione del come ci si arriva; non del dove. Il dollaro deve perdere almeno un -20% da questo livello, come del resto indicano Pimco e Bridgewater e Foreign Exchange Concepts. .

Leggi il post di Zibordi e scrivi la tua opinione “live” sul Forum di WSI