Vaccini, non vuoi farlo? Negli Usa paghi 200 dollari al mese

31 Agosto 2021, di Leopoldo Gasbarro

Non ti vaccini? Allora dovrai pagare 200 dollari al mese di assicurazione sanitaria. Non solo. Farai un tampone alla settimana ed indosserai sempre le mascherine negli ambienti di lavoro.

La decisione della compagnia aerea Delta Airlines scuote e cambia il rapporto tra aziende e dipendenti nella gestione finanziaria della Pandemia. Il comunicato sul sito della compagnia:

https://news.delta.com/ed-bastian-memo-covid-19-update

“A partire dal 1° novembre, i dipendenti non vaccinati iscritti al piano sanitario basato sull’account di Delta Airlines saranno soggetti a un supplemento mensile di 200 dollari. La degenza ospedaliera media per COVID-19 è costata a Delta Airlines 50.000 dollari a persona. Questo supplemento sarà necessario per affrontare il rischio finanziario che la decisione di non vaccinare sta creando per la nostra azienda. Nelle ultime settimane dall’ascesa della variante B.1.617.2, tutti i dipendenti  di Delta Airlines che sono stati ricoverati con COVID non erano completamente vaccinati”.

Quindi non vaccinarsi diventa un costo per coloro che scelgono di non farlo.

Delta Airlines è una delle più grandi compagnie aeree al Mondo. La motivazione per la scelta della compagnia aerea è prettamente finanziaria. Come molte grandi aziende, Delta paga le spese mediche dei propri dipendenti con oneri che diventano sempre più ingenti, soprattutto in caso di ricoveri.

Non si parla solo dei 200 dollari, nel comunicato, ma anche di altri temi di comportamento e di controllo che riportiamo nei tre capoversi seguenti:

  • Con effetto immediato, i dipendenti non vaccinati dovranno indossare le mascherine in tutti gli ambienti interni di lavoro.
  • A partire dal 12 settembre, tutti i dipendenti statunitensi che non sono completamente vaccinati dovranno fare un test COVID ogni settimana mentre i tassi di casi nella comunità sono alti. Quelli con un risultato positivo dovranno isolarsi e rimanere fuori dal posto di lavoro.
  • A partire dal 30 settembre, in conformità con le leggi statali e locali, la protezione retributiva COVID sarà fornita solo alle persone completamente vaccinate che stanno vivendo un’infezione rivoluzionaria.

Si tratta di una vera rivoluzione.

Non sarebbe sorprendente se altre grandi aziende seguissero l’esempio .

Un certo numero di datori di lavoro, dalle reti ospedaliere alla Disney, hanno deciso di richiedere semplicemente che i loro lavoratori vengano vaccinati o sottoposti a test.

Un consulente aziendale ha dichiarato al New York Times che circa 50 aziende avevano parlato con lui dell’imposizione di questo tipo di sanzioni.

Staremo a vedere. Ma la sensazione è che la via sia stata tracciata…