UTILI: SOTHEBY’S DELUDE LE ASPETTATIVE

8 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Sotheby’s Holdings (BID – Nyse), famosa casa d’aste, ha registrato nel secondo trimestre dell’anno un utile netto in discesa del 53%, a causa della debolezza del mercato dell’arte, delle pressioni della concorrenza e delle minori vendite su Internet.

In particolare l’utile netto si e’ attestato a $14,3 milioni, o 23 centesimi per azione diluita*, rispetto ai $30 milioni, o 51 centesimi per azione diluita dell’anno precedente.

Escludendo gli oneri dovuti alla risoluzione di problemi legati all’antitrust e altri costi di carattere straordinario, l’utile sale a $17,7 milioni, o 29 centesimi per azione.

Sulle stesse basi le stime di consensus riportate da Zacks Financial erano di 44 centesimi per azione.

Le vendite sono scese a $129,4 milioni dai $157,4 di un anno fa.

*: nel computo delle azioni diluite rientrano, oltre alle azioni in circolazione, tutti i titoli che potenzialmente potrebbero essere convertiti in azioni, come opzioni, obbligazioni convertibili, warrant e altri.