UTILI: PIRELLI, 7.021 MLD LIRE E MAXI-DIVIDENDO

21 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Pirelli SPA ha chiuso il 2000 con un utile netto pari a 7.021 miliardi di lire, in forte crescita rispetto ai 591 miliardi del 1999.

La crescita è dovuta in gran parte a plusvalenze straordinarie. La società milanese ha, infatti, incassato una prima plusvalenza di €1,4 miliardi dalla cessione dei sistemi ottici terrestri all’americana Cisco. Una seconda da €3,35 miliardi per la vendita della Optical Tecnologies all’americana Corning.

Le attese erano per un maxi-dividendo che alla fine è arrivato. Agli azionisti sarà infatti distribuita una cedola di 300 lire per le ordinarie contro le 160 lire dell’anno precedente, e di 320 lire per le azioni risparmio contro le 180 lire del 1999.

Le attese per il 2001, a livello operativo sono di un andamento in linea a quello del 2000, escluse le plusvalenze.

Il gruppo prevede d’investire nel 2001 circa €850 milioni.

Il titolo che da giorni era forte in attesa di conoscere che cosa avrebbe fatto la società e dopo una partenza in netto rialzo, ha perso tutto il guadagno. (Vedi anche Piazza Affari: Pirelli corre in attesa del cda)

Le prese di beneficio hanno infatti colpito le azioni subito dopo la diffusione dei dati e al momento il titolo è piatto a €3,63 (-0,03%).