UTILI: PER HEWLETT PACKARD SI PREVEDE IL CALO

16 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Hewlett-Packard (HWP – Nyse), societa’ di stampanti e computer, annuncera’ oggi dopo la chiusura del mercato i risultati del terzo trimestre fiscale, il piu’ difficile da quando Carly Fiorina ha assunto la posizione di CEO due anni fa.

A causa di licenziamenti in massa, profit warning e debolezza della spesa tecnologica, gli analisti prevedono un calo del 92% degli utili rispetto all’anno scorso. Wall Street ha infatti ridimensionato le aspettative da 23 centesimi ad azione dell’inizio del trimestre a 4 centesimi o $76 milioni.

La societa’ ha indicato alcune settimane fa che il fatturato potrebbe scendere del 14%-16%, pari a una perdita di $1,9 miliardi.

Le vendite potrebbero cosi’ risultare al di sotto di $10 miliardi, la prima volta dal luglio 1998.

Hewlett-Packard continua a soffrire a causa della debolezza della spesa sia negli USA che in Europa e Fiorina ha previsto che la situazione potrebbe peggiorare ulteriormente prima della ripresa.

Nel secondo trimestre la societa’ ha registrato utili netti di $319 milioni, in calo del 66% sull’anno scorso con un fatturato di $11,6 miliardi contro i $12 miliardi del 2000.

I principali segmenti della societa’ hanno registrato perdite o una crescita debole.

Il mercato sta facendo pressione al CEO perche’ mostri un miglioramento dei risultati o se ne vada.