UTILI: NUOVO PROFIT WARNING PER KNIGHT TRADING

5 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Knight Trading (NITE – Nasdaq), il piu’ grande market-maker(*) sul Nasdaq, ha lanciato il suo terzo “profit warning” in meno di un anno e il prossimo 18 luglio potrebbe anche annunciare di aver conseguito una perdita nel secondo trimestre fiscale.

Knight Trading, che un mese fa’ aveva annunciato un cambio del management e un taglio del 6% del personale, ha sofferto il continuo calo nei volumi delle contrattazioni, soprattutto online, che rappresentano gran parte del flusso di ordini che giungono alla societa’.

L’azienda, gia’ costretta a lanciare un “warning” sugli utili del primo trimestre, ha detto che, nel secondo trimestre, dovrebbe conseguire un profitto di 7-10 centesimi per azione, contro i 15-20 precedentemente stimati.
Gli analisti si aspettavano invece utili di 10 centesimi per azione.

Knight Trading ha poi aggiunto che le vendite si dovrebbero attestare tra $150-180 milioni nel secondo trimestre, qualora il Nasdaq dovesse trattare tra i 1700 e i 2000 punti.

Dopo la revisione al ribasso dei profitti del primo trimestre, la societa’ aveva finito per battere le aspettative, ma gli utili erano scesi dell’80% rispetto all’anno precedente.

Anche il recente passaggio dalle frazioni ai decimali nei prezzi dei titoli, ha portato una riduzione dei margini da $0,0625 a $0,01.

(*)I Market-maker sul Nasdaq sono societa’ che hanno l’obbligo di esporre continuamente i prezzi a cui sono disposti ad acquistare o vendere i vari titoli, garantendo cosi’ la liquidita’ del mercato.