UTILI: LUCENT PREVEDE IL PAREGGIO ENTRO IL 2002

24 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Lucent Technologies (LU – Nyse), la societa’ di infrastrutture per la telecomunicazione che ha chiuso il terzo trimestre con una perdita netta di $3,25 miliardi, prevede di tornare a registrare guadagni entro il 2002 e di accelerare la crescita del fatturato l’anno seguente.

Nel corso di un incontro con analisti e investitori la societa’ ha pero’ annunciato che gli obiettivi finanziari non dovrebbero essere raggiunti attraverso la crescita del settore, ma invece con il taglio dei costi.

Lucent, infatti prevede di raggiungere il pareggio di bilancio con un fatturato trimestrale di $4,75 miliardi attraverso il taglio dei costi pari a $4 miliardi annui.

Entro la fine dell’anno, ad esempio, sara’ stata licenziata la meta’ dei suoi 123.000 dipendenti.

Entro il 2003, pero’, l’attivita’ nel settore delle infrastrutture per le telecomunicazioni dovrebbe riprendersi e sia Lucent che l’industria dovrebbero crescere a un tasso annuo del 10%-12%, ben al di sotto del 20%-30% della fine degli anni 90.

I margini lordi, che si sono ridotti di circa la meta’ nell’ultimo anno al 17%, dovrebbero poi ritornare al 35% entro il 2003.

Anche i problemi di liquidita’ che hanno colpito la societa’ nell’ultimo anno, dovrebbero essere stati risolti e ora Lucent si ritrova con $6,25 miliardi in liquidi e linee di credito.

La ristrutturazione verso il pareggio dovrebbe poi costare solo $3,2 miliardi – $3,5 miliardi.

Lucent, che dovrebbe generare un fatturato di $22,41 miliardi nel 2001 e di $22,18 miliardi nel 2002, intende concentrarsi sui prodotti ottici per i mercati metropolitani, sulle infrastrutture per la telefonia wireless della seconda e terza generazione e sui software e servizi di supporto.

Gli analisti prevedono invece una perdita di 21 centesimi per azione per il quarto trimestre, di $1,31 per l’anno fiscale 2001 e una perdita di 33 centesimi per l’anno fiscale 2002.