UTILI: LEHMAN BROTHERS RIDUCE STIME SU INTEL

3 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Daniel T. Niles, analista di punta della banca d’affari Lehman Brothers, ha ridotto le proprie aspettative sugli utili 2001 per Intel Corp. (INTC), il primo produttore di chip al mondo sulla base delle preoccupazioni riguardo il calo della domanda e l’oscillazione dei prezzi.

Niles, che ha mantenuto per la societa’ un rating “Outperform” e ne ha abbassato il target sul prezzo da $55 a $40, prevede adesso che Intel chiuda l’anno solare 2001 con un utile per azione (EPS) compreso tra $1 e $1,10.

“Sembra che la politica sui prezzi di Intel non sia stata sufficiente ad attrarre maggiore clientela – ha spiegato Niles – La domanda di personal computer nelle ultime due settimane di dicembre e’ stata ai minimi”.

L’analista ha inoltre rivisto in negativo le valutazioni su Dell Computer (DELL) citando la marcata diminuzione della domanda di pc sul mercato statunitense.