UTILI: INTESA PEGGIORA MA MENO DEL PREVISTO

14 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il gruppo IntesaBci ha chiuso il primo trimestre 2002 con un utile netto a €425 milioni, in calo rispetto ai €553 registrati nel primo trimestre 2001.

L’utile per azione (earning per share) è sceso a €0,07 per azione dai precedenti €0,09.

L’istituto di credito sottolinea tuttavia “il ritorno alla redditività dopo la fase
involutiva registrata nella seconda parte del 2001”.

L’utile straordinario è a €230 milioni, dei quali €183 milioni derivano dalla ripresa del valore del warrant PUT su Comit rilevati prima della fusione.

Il consiglio di amministrazione che si è svolto oggi ha nominato Corrado Passera amministratore delegato del gruppo.

A Piazza Affari il titolo sehna un forte rialzo, superiore ai due punti e mezzo percentuali.

La spiegazione sta nel fatto che il risultato è comunque superiore alle attese, che prevedevano un utile a €406,6 milioni.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.