UTILI: ERICSSON, GLI ANALISTI BOCCIANO IL TITOLO

26 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Raffica di downgrades questa mattina per Ericsson (ERICY – Nasdaq) dopo che il colosso svedese di telefoni cellulari ha riportato per il quarto trimestre utili in ribasso del 64% e ha annunciato di aver rivisto in negativo le proprie stime su utili e vendite per il primo trimestre. Il titolo cede in preborsa a New York oltre il 15%.

La societa’, che prevede inoltre di terminare la produzione di cellulari per affidarla ad aziende esterne, si aspetta di chiudere il primo trimestre dell’anno 2001 con un utile vicino a zero e vendite in rialzo di solo il 15%-20% – inizialmente la societa’ aveva previsto una crescita del fatturato superiore al 20%.

La societa’ ha chiuso gli ultimi tre mesi del 2000 con un utile netto di 2,25 miliardi di corone svedesi (pari a $234 milioni). Il risultato include un guadagno di 15,4 miliardi di corone derivante dalla vendita di alcuni assetts e un onere starordinario di 8 miliardi per l’outsourcing della produzione di telefoni cellulari.

All’annuncio sono seguiti commenti negativi di molti analisti di Wall Street che hanno rivisto in negativo le proprie stime sulla societa’.

Tra questi Susan Anthony di Credit Lyonnais che, non soddisfatta della strategia di Ericsson per la ristrutturazione della societa’, ne ha ridotto il rating da “Buy” ad “Add”. Commenti negativi anche da parte di Merrill Lynch, i cui analisti hanno abbassato il giudizio su Ericsson da “Buy” ad “Accumulate”, e da Credit Suisse First Boston che ne ha ridotto il rating da “Strong Buy” a “Buy”.

(Vedi anche Tlc: Ericsson cede a Milano come a Stoccolma e Tlc: Ericsson, cellulari in outsourcing a singapore)

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale nella sezione AFTER HOURS

che trovate sul menu in cima alla pagina.