UTILI: CISCO LANCIA ‘PROFIT WARNING’

8 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Cisco Systems (CSCO – Nasdaq) perde oltre il 4,5% nelle contrattazioni elettroniche di preborsa a New York, dopo che Larry Carter, responsabile finanziario del colosso americano, ha fatto sapere che il trimestre in corso potrebbe essere uguale se non peggiore di quello appena concluso.

Carter ha infatti detto che il fatturato potrebbe attestarsi anche il 5% sotto quello registrato per il secondo trimestre del’anno, il quarto fiscale per Cisco. La societa’ ha chiuso martedi’ sera il trimestre con un utile netto di soli $7 milioni.

All’annuncio non sono mancate le reazioni delle case di brokeraggio di Wall Street, alcune delle quali hanno ribassato le stime su utili e fatturato per l’anno fiscale 2002.

Robertson Stephens ha detto alla clientela che “con cosi’ poca visibilita’ non si puo’ essere ottimisti sul fatto che Cisco possa rimettersi in carreggiata presto”.

Gli analisti di Merrill Lynch hanno invece fatto sapere che il business potrebbe indebolirsi ulteriormente in Europa ed in Asia, anche se sottolineano che “Cisco sara’ una delle prime aziende a riemergere una volta che i mercati si riprenderanno”.

Diverse le considerazioni di Credit Suisse First Boston, secondo cui il problema risiede nelle ancora massicce scorte di magazzino. La banca d’affari prevede ancora forte pressione sui prezzi che incidera’ sui margini di profitto, sia ora che nei primi stadi di una ripresa dei mercati.

SULL’ARGOMENTO VEDI:


UTILI: CISCO CENTRA LE ASPETTATIVE

Verificate le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale nella sezione BOOK USA

che trovate sul menu in cima alla pagina.