UTILI: CATERPILLAR BATTE LE STIME DI MERCATO

17 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Caterpillar (CAT – Nyse), il leader mondiale nei macchinari per l’edilizia e le costruzioni, ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile netto di $5,49 miliardi, pari a 78 centesimi per azione, contro i $315 milioni, o 90 centesimi per azione, avuti nello stesso periodo del 2000.

La societa’, una delle trenta blue chip del Dow Jones, batte le aspettative degli analisti di Wall Street che si attendevano un utile di 71 centesimi per azione (consensus First Call/Thomson Financial).

Il fatturato si e’ attestato a $5,49 miliardi, in rialzo rispetto ai $5,06 miliardi del secondo trimestre dell’anno scorso.

Il colosso USA ha detto di aver beneficiato della forte crescita nel settore elettrico e delle costruzioni edili, nonche’ dell’aumento della domanda nel settore petrolifero e minerario.

Caterpillar ha aggiunto che raggiungera’ le stime di bilancio per il 2001. Gli analisti si attendono utili di $2,61 per azione, su vendite piatte rispetto all’anno precedente (consensus First Call/Thomson Financial).