UTILI: BULGARI DELUDE LE STIME E DIVIDE I BROKER

15 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Bulgari divide le banche d’affari. Dopo aver comunicato una trimestrale molto al di sotto delle stime degli analisti, il titolo perde quota in borsa nonostante alcuni broker abbiano detto di credere ancora nel titolo.

Martedì sera, a mercato chiusi, la società del settore lusso ha comunicato di aver ottenuto un utile netto di €9 milioni nel primo trimestre del 2002, lontano dal risultato ottenuto nel primo trimestre del 2001, quando l’utile netto era stato di €22,5 milioni e deludendo le stime degli analisti, che avevano ipotizzato un utile netto di €13,93 milioni.

Anche il fatturato, risultato pari a poco più di €156 milioni, è calato del 5% su base annua, mentre il consensus del mercato stimava un ribasso su base annua del 3,4% a €159 milioni.

Le banche d’affari sono divise: Per Deutsche Bank il titolo è ancora “buy”, mentre Morgan Stanley ha lasciato invariato il giudizio “overweight”.

Più pessimiste Goldman Sachs, che ha tagliato il rating sul titolo a “underperformer” da “market performer”, con un target sul prezzo a €7,6, Schroder Salomon Smith Barney,che ha abbassato il target sul prezzo a €8,9 da €11 e Lehman Brothers, per la quale però il titolo è “neutral” a breve e “buy” a lungo termine.

In questo momento il titolo è tra i peggiori del Mib30, con un calo superiore al 5%.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.