Usa:Halliburton posticipa il debutto di Kbr

16 Novembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Halliburton, la compagnia Usa specializzata nel settore dei servizi petroliferi, posticipa di un giorno il collocamento in Borsa della divisione ingegneristica Kbr dopo che il Governo britannico minaccia di riprendere il controllo di una zona portuale considerata strategica. In una lettera inviata questa settimana, il ministro britannico della Difesa, riporta il Wall Street Journal, cerca di ritardare il debutto a New York della divisione della Halliburton per capire se gli interessi del paese potrebbero essere danneggiati dallo scorporo della Kbr azionista di maggioranza del Devonport Royal Dockyard, il maggiore complesso portuale nell’Europa Occidentale, che vanta un importante contratto di rifornimento della flotta dei sommergibili nucleari della marina britannica. Gli analisti sono ancora incerti se le richieste del Regno Unito possano in qualche maniera incidere sul prezzo del collocamento, compreso tra i 15 e i 17 dollari per azione. Il cantiere rappresenta un importante centro di ricavi per la Kbr: nei primi nove mesi dell’anno genera entrate per 57 milioni di dollari a fronte del reddito operativo di 125 milioni di dollari. Intanto nuovi tagli alla produzione Opec potrebbero essere decisi nel mese di dicembre dopo che la recente riduzione dell’offerta di 1,2 milioni di barili al giorno ha “largamente ottenuto lo scopo di arrestare il calo dei prezzi”. È quanto si legge nel bollettino mensile dell’Opec.