USA:AL VIA STAGIONE UTILI, ALCOA DELUDE

12 Gennaio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) -Tassi di interesse: In area Euro i tassi di mercato sono scesi su tutta la curva portando ad un lieve restringimento dello spread 2-10 anni a 212 pb. La produzione industriale manifatturiera francese a novembre ha registrato un rialzo superiore al consensus di Bloomberg grazie soprattutto al buon andamento del settore automobilistico. Trichet durante la riunione a Basilea presso la Banca dei regolamenti internazionali, ha escluso una ripresa a W che implicherebbe una seconda recessione, affermando al contrario la presenza a livello globale di una progressiva normalizzazione dell’economia. Il Gruppo dei governatori delle banche centrali e dei responsabili della vigilanza riuniti a Basilea ha discusso della possibilità di introdurre nuove regole sugli accantonamenti per le perdite previste, sui requisiti patrimoniali, che dovranno essere tutti anticiclici, oltre alla vigilanza sui rischi delle “Banche sistemicamente importanti” (Bsi). In particolare sarà riconsiderato il ruolo degli strumenti contingenti di capitale, come le obbligazioni convertibili, nei nuovi requisiti patrimoniali. I nuovi standard saranno approvati entro il 2010 e applicati entro il 2012.

In Italia oggi è attesa l’asta sui Bot a tre e dodici mesi per 11 Mld€, mentre in Grecia vi sarà l’asta sui titoli a breve termine per circa 1,6 Mld€. Sempre in Grecia oggi è attesa la missione del Fmi per supportare il governo nella riforma delle pensioni, nella politica fiscale e nella gestione del bilancio. Ricordiamo che, secondo quanto dichiarato dal ministro delle finanze greco, il piano economico del paese sarà presentato all’Unione europea alla fine di questa settimana o inizio della prossima. Negli Usa tassi di mercato in calo soprattutto sulla parte a breve termine, portando il differenziale 2-10 anni al nuovo record di 288 pb. I listini azionari hanno chiuso in lieve rialzo, trascinati dai settori maggiormente collegati alle importazioni dalla Cina. Non a caso la migliore performance nell’ambito del Dow Jones è stata registrata da Caterpillar (+6,3%). Nell’after hour è risultata però deludente la trimestrale di Alcoa, la prima delle società Usa a riportare i dati di bilancio. Il prossimo giovedì sarà il turno anche dei dati di Intel.

Nel frattempo continuano ad arrivare dati favorevoli dai paesi emergenti: dopo il forte incremento delle importazioni cinesi di dicembre, è risultata in marcato rialzo (+11,7% a/a) anche la produzione industriale indiana di novembre. La settimana è caratterizzata da un forte flusso di emissioni governative in diversi paesi, ivi inclusi anche gli Usa che emetteranno 84Mld$, di cui 40Mld$ oggi stesso sul segmento triennale. Nel breve la resistenza sul decennale si colloca a 3,86%.

Valute: Dollaro in deprezzamento verso Euro sulla scia delle favorevoli indicazioni macro che hanno supportato più in generale i listini azionari. Il cross è ora arrivato in prossimità di un’importante area di resistenza che si colloca tra 1,4515 e 1,4585. Piuttosto stabile lo Yen nel corso della notte verso Euro e Dollaro. Verso la valuta europea il livello di resistenza si colloca in area 134,15-60, mentre un supporto da monitorare passa da 133, con il successivo a 132, 40 circa. Pen Junming, funzionario del fondo sovrano cinese CIC, ha dichiarato che il Dollaro ha toccato il fondo e ha poco spazio per un ulteriore deprezzamento, mentre lo Yen continuerà a deprezzarsi. Il funzionario ha poi chiarito che si tratta di una propria opinione personale.

Materie Prime: le attese di un rialzo delle temperature negli Usa nei prossimi giorni hanno penalizzato le materie prime energetiche, guidate al ribasso dal gas naturale (-5,1%). In calo anche il gasolio da riscaldamento (-0,9%) ed il greggio Wti (-0,3%). In rialzo i metalli industriali in seguito ai buoni dati sulle importazioni cinesi nel mese di dicembre. In rialzo anche i preziosi con l’oro che ha guadagnato l’1,1%. Tra gli agricoli in calo zucchero (-2,8%) e soia (-1,1%).

Copyright © Servizio Market Strategy MPS Capital Services per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Capital Services ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.