Usa: vendite nuove case, quarto calo consecutivo

26 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Nel mese di agosto, le vendite di nuove case degli Stati Uniti sono scese dalle 302.000 unità di luglio (dato rivisto al rialzo da 298.000 inizialmente riportate) a quota 295.000 unità. Il dato è stato migliore delle previsioni, in quanto gli analisti avevano stimato un calo maggiore, a 293.000 unità.

Tuttavia, il dato non è confortante come di primo acchito potrebbe sembrare. Intanto, in termini percentuali, la flessione dell’indicatore è stata del 2,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Inoltre, le 295.000 unità vendute rappresentano il valore minimo da febbraio. Di fatto, dopo aver testato il massimo del 2011 nel mese di aprile, a quota 316.000, le vendite di nuove case hanno sofferto un calo graduale, scendendo ad agosto per il quarto mese consecutivo.

La zona più colpita è stata quella del Nord-est, dove il calo è stato del 13,6%; seguono l’Occidente (-6,3%) e il Sud (-2,4%). Nel MidWest, invece, le vendite hanno rivelato un andamento in controtendenza, salendo dell’8,2%.

Dal dato, reso noto dal dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, si evince anche che il prezzo medio di vendita delle nuove case, è scivolato dell’8,7%, a quota $246.000, al minimo dal gennaio del 2009.