USA: VENDITE DI CASE NUOVE IN CALO DEL 3.9% A FEBBRAIO

26 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di febbraio le vendite di nuove case negli Stati Uniti hanno registrato un calo del 3.9% a 848 mila unita’ (dato annualizzato e destagionalizzato). Si tratta del minor livello degli ultimi sette anni, precisamente dal giugno 2000.

Lo ha comunicato il Dipartimento del Commercio USA.

Il dato, che si riferisce alla vendita di unita’ abitative unifamiliari di nuova costruzione, si e’ rivelato inferiore alle attese del mercato. Le previsioni degli economisti erano in media per un valore di 995 milioni di unita’.

Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, le vendite sono risultate in flessione del 18.3%. L’invenduto e’ cresciuto dell’1.5% a 546000 (corrispondente a un’offerta da smaltire in 8.1 mesi). Il prezzo medio di vendita e’ diminuito dello 0.3% su base annuale a $250.000.