Usa: vendite case esistenti +2,3%, ma peggio stime

22 Agosto 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Nel mese di luglio le vendite di case esistenti degli Stati Uniti sono salite +2,3% a 4,47 milioni di unità. E’ quanto ha reso noto l’associazione nazionale di settore National Association Realtors.

Il consensus di Bloomberg aveva previsto un rialzo a 4,51 milioni di unità su base annua rispetto alle 4,37 milioni di unità dello lo scorso mese, mentre gli analisti di Briefing erano invece per una crescita a 4,55 milioni di unità.

Il prezzo mediano delle abitazioni esistenti è salito +9,4% su base annua a $187.300, mentre le scorte sono cresciute +1,3% a 2,4 milioni di unità, corrispondenti a 6,4 mesi di offerta.

Nella giornata di domani verranno invece pubblicati i numeri sulle vendite di nuove abitazioni, stimate in crescita a 365.000 unità, rispetto a 350.000 in giugno.