USA: VENDITE AL DETTAGLIO -0,2% IN FEBBRAIO

13 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti hanno registrato un calo dello 0,2% nel mese di febbraio; lo ha comunicato questa mattina il dipartimento del Commercio Usa.

Il dato e’ inferiore alle aspettative degli analisti di Wall Street che si attendevano una crescita dello 0,4%.

Esclusa la componente volatile del settore auto, il dato ha seganto un ribasso dello 0,3%; le attese erano, escluso il comparto automobilistico, per un rialzo dello 0,2%.

Il dato segue la crescita delle vendite al dettaglio di gennaio, rivista a +1,3%. Inizialmente era stato comunicato un rialzo contenuto allo 0,7%.

Alcuni analisti avevano anticipato tuttavia che la forte crescita registrata in gennaio poteva rappresentare un fattore stagionale unico.

La crescita delle vendite in alcune aree di mercato contribuisce potrebbe pero’ indicare che il rallentamento economico non e’ cosi’ grave come molti si attendevano: le vendite di auto sono cresciute dello 0,2% in febbraio, mentre quelle nei grandi magazzini hanno registrato un rialzo dello 0,3%; invariate invece le vendite dei beni durevoli.

La maggior parte degli analisti si attende adesso un taglio dei tassi d’interesse a breve di almeno mezzo punto percentuale nel corso del prossimo meeting del Federal Open Market Committee (FOMC), in programma per il 20 marzo.

 

FEB

STIME FEB

GEN

VENDITE AL DETTAGLIO

-0,2%

+0,4%

+1,3%

ESCLUSO SETT. AUTO

-0,3%

+0,2%

+1,3%