Usa: sussidi disoccupazione in rialzo a 472000

1 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Nella settimana che si e’ conclusa il 26 giugno le nuove richieste per sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono aumentate di 13000 unita’ a quota 472000, segnalando una situazione in peggioramento del mercato del lavoro.

Lo ha comunicato il Dipartimento del Lavoro Usa.

Il fatto che piu’ americani del previsto abbiano presentato domanda di indennita’, sottolinea che il numero di licenziamenti resta elevato. Stupisce che le cifre rimangono ancora sopra quota 450 mila unita’ in un contesto di espansione dell’economia.
Non correre il rischio di perdere il rialzo di Wall Street. Guadagna con INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa meno di un caffe’, solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!
Nel periodo compreso tra marzo e la settimana conclusasi il 15 maggio le richieste si erano mantenute in una forchetta compresa tra 442 mila e 454 mila.

I dati si sono rivelati peggiori delle attese del mercato. Gli analisti si aspettavano in media un dato di 458000 unita’. La cifra della settimana precedente e’ stata di 459000 (dato rivisto da 457000).

Quanto al numero di persone che continua a ricevere assegni di sussidio, la cifra e’ salita a 4.616 milioni da 4.573 milioni, anche in questo caso facendo peggio delle stime che erano per una cifra pari 4.510 milioni. La media mobile a quattro settimane si trova a quota 466500, in rialzo dai 463250 della settimana prima.