USA: RIFATTI I CONTI, AUMENTA L’INFLAZIONE

28 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Rifatti i conti, l’inflazione e’ salita piu’ del previsto negli Stati Uniti. Il dipartimento del Lavoro Usa, dopo aver ammesso ieri sera con un certo imbarazzo che un errore del computer aveva falsato i dati relativi al periodo gennaio-agosto di quest’anno, ha fornito oggi i nuovi dati.

L’indice dei prezzi al consumo, il principale indicatore delle spinte inflattive, e’ stato cosi’ ricalcolato dal 3,4% al 3,5%. Il ‘core rate’ dell’indice, ovvero il dato depurato dalle componenti piu’ volatili, quelle del settore alimentare ed energetico, passa dal 2,6% al 2,7%.

(Vedi anche
Usa: inflazione, il computer sbaglia i dati
)