Usa: Reddito in aumento, ma si contiene la spesa

31 Ottobre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Brutte notizie dagli Stati Uniti. Dopo i numeri deludenti riguardo il Pil sono arrivati anche i dati sui consumi personali a affossare l’economia a stelle e strisce. La spesa personale, termometro dei consumi privati, negli Stati Uniti a settembre ha infatti registrato una variazione corrispondente a più 0,1 per cento, leggermente sotto le attese.
Quanto al deflattore prezzi al netto di cibo e petrolio ha segnato su base mensile più 0,2 per cento, in linea con le attese.
Gli economisti si attendevano un aumento a settembre della spesa personale dello 0,2 per cento dopo il più 0,1 per cento riportato nella prima stima di agosto (rivisto al rialzo nel dato definitivo a più 0,2 per cento). Il dato in crescita della spesa personale anche a settembre, peraltro sostenuto dall’aumento dello 0,5 per cento segnato sempre a settembre dai redditi personali, dimostra comunque, secondo quanto sottolineano gli esperti, la tenuta dei consumi negli Usa in scia all’andamento positivo del mercato del lavoro e al calo dei prezzi della benzina. L’indicatore sui prezzi al netto di alimentari e petrolio accompagnato al dato ha rilevato un’inflazione sotto controllo.