USA: RECORD I LICENZIAMENTI ANNUNCIATI IN LUGLIO

6 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

I licenziamenti annunciati dalle societa’ americane sono aumentati a luglio del 65% a quota 205.975 rispetto ai 124.852 del mese di giugno.

Il dato rappresenta il taglio piu’ ingente dal 1993, data in cui l’agenzia di collocamento Challenger, Gray & Christmas ha iniziato a raccogliere i dati.

E’ la settima volta negli ultimi otto mesi che le riduzioni di posti di lavoro superano quota 100.000.

Nella prima meta’ di quest’anno le societa’ USA hanno annunciato il licenziamento di 777.362 dipendenti, tre volte il numero annunciato durante i primi sei mesi dell’anno scorso.

Dall’inizio del 2001 il numero ha raggiunto 983.337, sorpassando i tagli di 677.795 del 1998.

Il settore telecomunicazioni e’ stato quello piu’ colpito dalle riduzioni di personale nel mese di luglio, raggiungendo complessivamente dall’inizio dell’anno quota 175.350. Le societa’ high-tech hanno finora annunciato il licenziamento di 101.044 dipendenti.

Ecco il numero di licenziamenti annunciati dallo scorso aprile:


Luglio

205.975

205.975

Giugno

124.852

124.852

Maggio

80.140

80.140

Aprile

162.867

162.867

VEDI:


USA: 900.000 LICENZIAMENTI DAL DICEMBRE 2000

SPECIALE: OCCUPAZIONE E ECONOMIA NEGLI USA