USA: RECORD DI FUSIONI TRA SOCIETA’ DEI MEDIA

5 Ottobre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – New York, 5 ott – Nonostante il temuto credit crunch, l’attività di M&A nelle industrie dei media e dell’informazione ha raggiunto livelli record nei primi tre trimestri dell’anno negli Stati Uniti, come conferma uno studio pubblicato dalla banca di investimenti nei media Jordan, Edmiston Group. Con 637 transazioni valutate a oltre 95 miliardi di dollari complessivamente, i primi tre trimestri del 2007 hanno già eguagliato l’intero 2006 in termine di numero di accordi, mentre il valore dei contratti siglati ha superato il totale dell’anno scorso di 60,6 miliardi. Tra gli 11 settori dei media analizzati da Jordan, i servizi di marketing e interattivi risultano i più attivi: sono stati registrati 182 accordi in questi settori nel terzo trimestre, contro i 123 dello stesso periodo dell’anno precedente; il valore dei contratti è balzato da 15,6 a 27,6 miliardi. Il numero di accordi tra media online è cresciuto a 232, contro i 136 dello stesso periodo del 2006 e il valore è salito da 5,7 a 8,3 miliardi. Invece, il numero di accordi tra riviste b-to-b è cresciuto solo da 30 a 31 e il valore è sceso del 16% a 3,1 miliardi, da 3,7 dell’anno scorso.