Usa: produttività II trim. rivista in ribasso a -0,7%

1 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Nel corso del secondo trimestre del 2011, la produttività degli Stati Uniti è calata a un tasso annuo dello 0,7%, rispetto alla flessione, pari allo 0,3%, inizialmente resa nota dal dipartimento del Lavoro. Il calo è stato superiore alle stime degli analisti, che avevano previsto un ribasso dello 0,5%.

A incidere sulla performance dell’indicatore sono stati principalmente i costi unitari del lavoro più elevati, balzati a un tasso annuo del 3,3%, più di quanto reso noto in precedenza, ovvero del 2,2%.

La produzione di beni e servizi è salita inoltre di appena l’1,3%, non dell’1,8% come risultava dal dato preliminare. L’aumento delle ore lavorate è rimasto invariato al tasso del 2%.

I salari orari dei lavoratori, tenendo conto degli aggiustamenti legati all’inflazione, sono scesi invece dell’1,4%, invece che del 2,1% pubblicato dal dipartimento del Lavoro qualche settimana fa.