USA, PRIMA TRIBUNA POLITICA ANGLO-SPAGNOLA

11 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – New York, 11 set – I candidati americani alle elezioni presidenziali vogliono davvero raggiungere tutto il pubblico statunitense, anche i tanti immigrati di origine latina che parlano solo o principalmente lo spagnolo. Ecco dunque che si è svolta, novità assoluta nella storia delle presidenziali Usa, la prima tribuna politica condotta sia in spagnolo che in inglese. A trasmetterla, la rete Univisión, dove i presentatori Maria Elena Salinas e Jorge Ramos hanno rivolto le domande ai candidati in spagnolo. Le domande sono poi state tradotte in inglese. I candidati hanno risposto in inglese, ma le loro dichiarazioni sono state tradotte in spagnolo, a beneficio della comunità latina, tra cui il numero di elettori è cresciuto del 50% negli ultimi dieci anni. Il dibattito ha visto confrontarsi il governatore del New Mexico, Bill Richardson, e il senatore del Connecticut, Chris Dodd. Entrambi hanno cercato di sfruttare l’opportunità offerta da Univisión, ingraziandosi il pubblico spagnolo: il primo ha criticato le tribune solo in inglese, il secondo si è detto favorevole alla promozione dello spagnolo come seconda lingua ufficiale degli Usa.