Usa: prezzi import a maggio -0.6%

15 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di maggio i prezzi all’importazione negli Stati Uniti hanno registrato una variazione negativa dello 0.6% mese su mese. Si tratta della maggior flessione dal luglio 2009 determinata dalla flessione piu’ sostenuta dal dicembre 2008 dei prezzi del greggio.

Nel dettaglio, il prezzo delle importazioni di greggio e’ calato del 5%, il maggio ribasso dal dicembre 2008. In aumento dell’1.4% invece le importazioni di prodotti alimentari.

Esclusa la componente dei carburanti, i prezzi all’import segnano un +0.5%. Su base annuale l’incremento e’ del 3.6%. Si tratta del maggio rialzo dall’ottobre 2008.

Lo ha comunicato il Dipartimento del Lavoro Usa.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!

Il dato e’ risultato sotto le attese degli economisti, che non prevedevano alcuna variazione. Su base annuale il dato e’ in progresso dell’8.6% contro il +11.1% del mese scorso.

I prezzi all’export sono cresciuti dello 0.7%.