Usa: prezzi case in calo dello 4,5% in maggio

26 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Il rapporto Standard & Poor’s/Case Shiller, l’indicatore che monitora il prezzo medio degli immobili nelle 20 maggiori citta’ statunitensi, e’ salito su base mensile in maggio, confermando i rialzi visti in aprile dopo i minimi toccati in marzo, quando il valore era scivolato in una seconda recessione.

L’indice e’ aumentato per la seconda volta negli ultimi nove mesi, facendo registrare un +1% rispetto a aprile. Il valore e’ piu’ basso rispetto a un anno fa, tuttavia, del 4,5%. Le attese erano per una variazione negativa del 4,4%. Una sola area urbana su 20 ha visto rialzi annuali. Seattle, Phoenix e Detroit stano soffrendo piu’ delle altre aree urbane. Washington DC, ancora una volta, e’ l’unica regione che ha registrato un miglioramento (+1,1%).

I numeri si possono dunque definire contradditori. Su base mensile, se aggiustati in base alla componente stagionale, i prezzi sono cresciuti dell’1% in maggio e dello 0,6% in aprile dopo i cali di circa l’1% visti nei primi tre mesi dell’anno.