USA: PREZZI ALLA PRODUZIONE IN NETTO CALO. E’ PIENA DEFLAZIONE

18 Agosto 2009, di Redazione Wall Street Italia

I prezzi alla produzione degli Usa in luglio hanno segnato un calo superiore alle attese e un vero e proprio record nel confronto con un anno prima a causa del crollo della benzina. L’indice destagionalizzato mostra infatti un calo dello 0,9% rispetto a giugno, quando era salito dell’1,8%, secondo i dati diffusi dal dipartimento del Lavoro. Le attese degli analisti interpellati da Reuters convergevano su un calo dello 0,3%.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Rispetto a luglio 2008, i prezzi alla produzione segnano un declino record del 6,8% contro attese per -5,9%. Il dato ‘core’, che non tiene conto di alimentari ed energia, segna un calo dello 0,1% su mese contro il +0,5% registrato a giugno e il +0,1% indicato dagli analisti. Su base annua il dato mostra un rialzo del 2,6%, inferiore alle attese che convergevano a +2,8%. Secondo i dati del dipartimento del Lavoro, i prezzi della benzina sono scesi del 10,2% rispetto a giugno e addirittura del 45,2% rispetto a un anno prima.