USA: PIL QUARTO TRIMESTRE -3.8%, E’ LA MAGGIORE CONTRAZIONE DAL 1982

30 Gennaio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Il Prodotto Interno Lordo Usa – un dato che rappresenta il valore totale di tutti i beni e servizi prodotti e venduti nel Paese – nel quarto trimestre del 2008 ha registrato un calo dello 3.8% (tasso annuale).

Nel trimestre precedente il tasso era risultato negativo, ma la contrazione si era rivelata nettamente inferiore, pari a -0.5%.

A comunicarlo e’ stato il Dipartimento del Commercio Usa.

L’indicatore comunicato oggi, che rappresenta il dato preliminare suscettibile di varie revisioni nelle prossime settimane, si e’ rivelato comunque migliore delle stime degli economisti che si attendevano un arretramento del 5.5%.

L’indice “core” dei prezzi al consumo e’ cresciuto dello 0.6%, al di sotto delle attese pari a +1.0%. Il deflatore del Pil, un indicatore delle pressioni inflazionistiche, e’ diminuito dello 0.1%, anch’esso al di sotto stime (+0.4%).

Mercato ricco di insidie e di opportunita’. E con news gratis, non vai da nessuna parte. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul link INSIDER

Per l’intero 2008, l’economia americana e’ cresciuta ad un tasso dell’1.3%, il piu’ debole dal 2001.