USA: PIL 2° TRIMESTRE MIGLIORE DELLE STIME

29 Settembre 2004, di Redazione Wall Street Italia

Nel secondo trimestre 2004 il Prodotto Interno Lordo Usa e’ cresciuto del 3.3%. Si tratta della versione definitiva del dato. La versione precedente aveva evidenziato una crescita del 2.8%.

Lo ha comunicato il Dipartimento del Commercio Usa.

Il dato, che rappresenta il valore totale di tutti i beni e servizi prodotti nella nazione, e’ superiore alle aspettative del mercato. Gli economisti avevano pronosticato in media un incremento del 3.0%.

Nel primo trimestre l’indicatore aveva registrato una crescita del 4.5% (rivisto al rialzo dal +3.9%).

In linea con le attese il deflattore, che fornisce una misura sull’andamento dei prezzi. Il dato ha registrato un aumento del 3.2%.

Da notare che si tratta della crescita piu’ lenta in oltre un anno a causa dell’effetto negativo che le continue impennate del prezzo del petrolio ha avuto sulla spesa al consumo. Alcuni economisti, tra cui il presidente della Federal reserve, hanno espresso ottimismo sulle prospettive di crescita dell’azienda America, dichiarando che l’espansione ha probabilmente riguadagnato forza nel terzo trimestre (luglio-settembre), guidata dagli investimenti aziendali e dall’incremento dei consumi.

Michael Moran, capo economista a Daiwa Securities America Inc., ha commentato per Bloomberg checonsumatori, imprese e governo stanno spendendo molto, anche se i prezzi energetici avranno un effetto frenante.